fbpx
 

Musica e Canto

Musica e Canto come Arte ed Espressione

Il Centro di Arte Musicale e Canto, di Nuova Civiltà Creativa, risponde a delle esigenze diverse dalla scuola di musica tradizionale che utilizza solitamente metodi didattici convenzionali.

La finalità in questo nuovo contesto è quella “artistica”, e si sviluppa attraverso il benessere psicofisico e la creatività dell’allievo che decide di frequentare il percorso. Questo significa che la priorità non è quella di insegnare a leggere e a scrivere la musica (per quanto questo venga anche fatto), oppure imparare a suonare semplicemente uno strumento. La priorità è raggiungere l’espressione libera dell’allievo attraverso lo strumento musicale che decide di utilizzare. Quindi il metodo didattico si definisce Olistico Creativo per indicare un modello di apprendimento completamente “aperto”, non scandito dalla trattazione programmata di argomenti teorici e pratici con i quali l’allievo costruisce il bagaglio di competenze, ma al contrario, si utilizza la libera esperienza accompagnata dall’elaborazione, guidata dal Maestro, per formare una personalità artistica equilibrata, unica ed originale.

…imparare a suonare un repertorio sullo strumento, cantare delle canzoni, leggere e scrivere la musica, non basta!!…

Tutto ciò implica una lavoro basato sull’affinare il proprio sistema sensoriale, diventando consapevoli del proprio corpo quando ci si esprime con lo strumento, imparando a conoscere e sentire le emozioni che si manifestano, sviluppando il senso dell’immaginazione, le visualizzazioni per interpretare, creando suoni e ritmi attraverso la capacità intuitiva ecc..

…proprio così, scoprirò finalmente la musica nella sua essenza attraverso la mia essenza e ciò che uscirà fuori non potrà che esserne la manifestazione…

CANTO ED ESPRESSIONE VOCALE

MUSICA ED ESPRESSIONE AGLI STRUMENTI MUSICALI

PROPEDEUTICA MUSICALE/VOCALE PER BAMBINI (corsi collettivi)

POTENZIAMENTO DELLE CAPACITÀ E DELLE ABILITÀ

Sviluppare

l’individualità

Liberare l’impulso

creativo

Tendere verso l’equilibrio psicofisico

Diventare consapevoli del corpo delle emozioni e dei pensieri

Liberare le capacità

espressive

IL PATTO DIDATTICO

  1. Stimolare la curiosità dell’allievo valorizzando totalmente la propria personale esperienza.
  2. Dedicare molta attenzione alla modalità d’apprendimento dell’allievo, verificando la qualità del suo interesse e del suo coinvolgimento emotivo.
  3. Non riempire la testa dell’allievo di nozioni, ma più semplicemente stimolare il suo sistema sensoriale per scoprire cosa a lui risuona dentro e desta interesse.
  4. Nessun tipo di ansia o aspettativa relativa ai risultati pur tenendo in considerazione gli obiettivi legati ai 5 pilastri
  5. Rispettare l’individualità dell’allievo riconoscendo le potenzialità e le capacità, progettando così un percorso unico ed originale.
  6. Sperimentare la musica e la voce partendo dagli elementi essenziali presenti in Natura: il suono e il ritmo!  …E poi scoprire la pulsazione.
  7. Sostenere l’allievo affinché possa superare tutte le difficoltà, imparando ad esprimersi artisticamente con il minimo sforzo ed il massimo risultato sviluppando corpo, mente e  cuore.
  8. La scrittura e la lettura musicalediventeranno un’esigenza per l’allievo e non una costrizione perché l’alfabeto musicale avrà il semplice ed umile scopo che gli spetta: ricordare e registrare qualsiasi contenuto musicale.
  9. I compiti e le scadenze non avranno una connessione con il programma, ma con la realizzazione delle urgenze dell’allievo, che si manifesteranno attraverso i segnali  della curiosità o al contrario   della resistenza.
  10. Il suono verrà affrontato sempre come un fenomeno vibratorio che entra in risonanza con il nostro corpo.
  11. L’apprendimento trasversalesostituisce quello a scomparti, che risulta, una delle cause più rilevanti per una reale maturazione dell’allievo. Le materie si sono sempre affrontate separatamente anche nella didattica musicale:  ..solfeggio, scale, arpeggi, armonia, storia della musica, lettura allo strumento ecc… Con il modello olistico si ritorna “all’unità” come la Natura chiede.
  12. Per liberare l’impulso creativo, il rilassamento fisico e mentale sarà fondamentale permettendo all’energia negativa di essere evacuatarinnovandosi in energia positiva.

Quali capacità sviluppa nell’allievo il modello olistico-creativo?

  • unicità nella forma del linguaggio musicale e nella modalità espressiva (personalità artistica)
  • sicurezza ed autostima nel proprio Essere durante le fasi di espressione
  • sensibilità empatica tra sé e chi ascolta attraverso l’azione musicale/vocale
  • capacità a comunicare le vibrazioni
  • serenità e libertà interiore superando il giudizio

Contatta Daniele Longo

Corsi di musica e canto non convenzionali allo scopo di sviluppare la creatività e l’espressione artistica spontanea